Salvi

Un naufrago alla scoperta del nostro mondo

Descrizione sintetica

Un astronauta di un lontano mondo precipita sulla Terra alla fine del 19° secolo e inizia un viaggio fra gli indigeni dell'epoca cercando di tornare a casa.
Non tornerà sul suo pianeta ma riscoprirà i sentimenti e i valori che da generazioni quelli come lui avevano dimenticato. Viaggiando nel tempo e nello spazio per quasi tutto il continente Americano troverà sé stesso e la sensazione di essere a casa ovunque nell'Universo.

 

Sinossi breve

Salvi, un astronauta solitario proveniente da un mondo lontano, a seguito di un incidente precipita nell'Oceano Pacifico durante l'anno 1864. Da una piccola isola della Polinesia francese inizierà il viaggio che lo porterà fino agli Stati Uniti.

Insieme a Bernardo, un rude ma simpatico baleniere si imbarcherà in cerca di fortuna su un mercantile diretto a nord. Qui incontrerà Alma, una donna che aiuterà a fuggire da un matrimonio senza amore combinato dal padre, il comandante della nave. Durante uno scalo in Cile i tre scapperanno insieme e affronteranno il deserto di Atacama rischiando la vita.

Verranno salvati da un indio che li porterà in un piccolo paese isolato. Qui Salvi troverà l'amore di Alma, che perderà anni dopo per una malattia inguaribile. Superato il lutto riprenderà da solo il suo viaggio verso le terre del Nord. Dopo aver attraversato Panama e il Costa Rica s'imbatterà in alcuni indiani pellerossa. Con loro imparerà il rispetto per la Vita e condividerà la tragedia del loro sterminio.

L'anno seguente, lasciata la tribù e raggiunto New Orleans conoscerà Wematin, un pellerossa giunto dalle fredde terre del nord alla ricerca di qualcuno visto in sogno. Cercando un luogo sacro agli indigeni, troveranno una piccola grotta che si rivelerà un portale per viaggiare nel tempo. Grazie a questa visiteranno la preistoria dove incontreranno due astronauti provenienti da un mondo che non esiste più. Voleranno fra i palazzi di vetro di una città del ventitreesimo secolo afflitta da mutamenti climatici devastanti e noteranno gli effetti delle scelte sbagliate degli uomini.

Mentre Salvi vedrà la possibilità di raggiungere il suo pianeta natale, Wematin deciderà di tornare al suo tempo, i primi anni del 1900 e così si separeranno. Quasi per caso, Wematin intuirà la possibilità di restituire all'amico la felicità perduta con la morte della moglie. Così tornerà al piccolo paese nel deserto cileno prima della morte di Alma e riuscirà a convincerla a seguirlo nel futuro per farsi curare e rivedere il marito.

Si rincontreranno tutti nel 2245. Salvi deciderà di restare sulla Terra e continuare la vita nel ventesimo secolo con Alma e il suo amico.

Nel finale Salvi farà delle riflessioni su come il carattere degli uomini influenzi il destino e come la relatività del tempo e dello spazio suggerisca che ogni esistenza sia parte di un unico, meraviglioso organismo vivente.


--------------------------------------


Alcuni riferimenti storici sono realistici, come le descrizioni dei luoghi attraversati lungo il viaggio, sono tratte da documenti e fotografie dell'epoca.


Sinossi

Salvi è un astronauta solitario proveniente da un mondo lontano che a seguito di un incidente precipita nell'Oceano Pacifico durante l'anno 1864. Da una piccola isola della Polinesia francese inizierà il viaggio che lo porterà fino agli Stati Uniti.

Il suo primo amico sarà Bernardo, un rude ma simpatico baleniere. Insieme s'imbarcheranno in cerca di fortuna su un mercantile diretto a nord. Qui incontrerà Alma, una donna che aiuterà a fuggire da un matrimonio senza amore combinato dal padre, il comandante della nave. Durante uno scalo in Cile i tre scapperanno insieme e affronteranno il deserto di Atacama rischiando la vita.

Verranno salvati da un indio che li porterà in un piccolo paese isolato. Qui Salvi troverà l'amore di Alma, che perderà anni dopo per una malattia inguaribile. Superato il lutto riprenderà da solo il suo viaggio verso le terre del Nord.

A Panama sarà costretto a fuggire, sospettato ingiustamente di omicidio, attraverso le foreste pluviali infestate da animali affamati di cui ignorava ancora l'esistenza.

Qui conoscerà Roje, un pescatore indigeno, che gli parlerà della medicina degli antichi e della sua visione di un Dio impegnato a rendere gli uomini felici.

Raggiungerà il Costa Rica dove conoscerà Julio, un medico con l'aiuto del quale riuscirà ad imbarcarsi come infermiere su una nave diretta a Miami.

In pochi giorni si guadagnerà l'amicizia del comandante Holland, un inglese di grande esperienza e buon cuore. Sarà lui a mettere in guardia Salvi su quello che troverà: una moderna società in fermento, governata dall'avidità.

Salvi capirà che quella vita non fa per lui. Riprenderà il viaggio verso le grandi praterie e s'imbatterà in alcuni indiani pellerossa salvando, casualmente, la vita al figlio del capo tribù. Gli indigeni riconosceranno in lui l'animo dei viaggiatori narrati dalle antiche storie tramandate da generazioni e decideranno d'aiutarlo nella ricerca di se stesso e dei suoi più profondi desideri. Con loro imparerà il rispetto per la Vita e condividerà la tragedia del loro sterminio.

L'anno seguente, lasciata la tribù e raggiunto New Orleans conoscerà Wematin, un pellerossa giunto dalle fredde terre del nord alla ricerca di qualcuno visto in sogno. Cercando un luogo sacro agli indigeni, troveranno una piccola grotta che si rivelerà un portale per viaggiare nel tempo. Grazia a questa visiteranno la preistoria dove incontreranno due astronauti provenienti da un mondo che non esiste più. Voleranno fra i palazzi di vetro di una città del ventitreesimo secolo afflitta da mutamenti climatici devastanti e noteranno gli effetti delle scelte sbagliate degli uomini.

Mentre Salvi vedrà la possibilità di raggiungere il suo pianeta natale, Wematin deciderà di tornare al suo tempo, i primi anni del 1900 e così si separeranno. Quasi per caso, Wematin intuirà la possibilità di restituire all'amico la felicità perduta con la morte della moglie. Così tornerà al piccolo paese nel deserto cileno prima della morte di Alma e riuscirà a convincerla a seguirlo nel futuro per farsi curare e rivedere il marito.

Si rincontreranno tutti nel 2245. Salvi deciderà di restare sulla Terra e continuare la vita nel ventesimo secolo con Alma e il suo amico.

Nel finale Salvi farà delle riflessioni su come il carattere degli uomini influenzi il destino e come la relatività del tempo e dello spazio suggerisca che ogni esistenza sia parte di un unico, meraviglioso organismo vivente.

--------------------------------------


Alcuni riferimenti storici sono realistici, come le descrizioni dei luoghi attraversati lungo il viaggio, sono tratte da documenti e fotografie dell'epoca.